VENETO BANCA

Dettagli Progetto

Sede centrale Italia – Montebelluna (Treviso)
Servizi: impianti elettrici, speciali e meccanici
Anno: 2002-2005
Importo lavori: euro 6.133.482,44

 

La sede centrale di Veneto Banca a Montebelluna (TV) si sviluppa su una superficie complessiva di circa 17.000 mq. E’ composta da un edificio direzionale principale di 4 piani (2.100 mq ciascuno) con annesso auditorium semicircolare da 350 posti, da un edificio mensa di ca 1.000 mq, da un ulteriore edificio adibito ad archivi e locali tecnologici per ca 3.500 mq.
Gli impianti, progettati dallo Studio TiFS di Padova, sono molto sofisticati sotto il profilo del building automation, che prevede la supervisione computerizzata in tempo reale di tutti gli apparati (impianti elettrici, illuminazione con reattori digitali dimmerabili DALI, rilevazione fumi, TVCC, controllo accessi, antintrusione, termoregolazione etc); l’opera risulta complessa anche in termini meccanici, prevedendo l’attivazione di 3 gruppi termofrigoriferi che scambiano calore con acqua di falda prelevata mediante 2 pozzi a 110 mt di profondita con pompe da 100 mc/h. L’intervento di SICE si è sviluppato complessivamente in 26 mesi di lavoro, con l’impiego di 40 maestranze di cantiere. L’importo della commessa per gli impianti supera i 6 milioni di euro.

I numeri del progetto

– 16 Centrali di Trattamento Aria
– 3 gruppi frigoriferi condensati ad acqua con compressori a vite ciascuno da 358 kWf
– 300 ventilconvettori a quattro tubi, oltre 60.000 kg di tubazioni idrauliche in acciaio
nero, ca 10.000 Kg di tubazioni idrauliche in acciaio zincato, oltre 50 quadri elettrici di bassa tensione
– oltre 6.000 mt di canalizzazioni portacavi, ca 7.000 mt di cavidotti esterni
– impianto di cablaggio strutturato con 16 rack per un tot di ca 3.000 prese in campo RJ45,
oltre 180 km di cavo AWG24 cat.7 SFTP e 400 fibre ottiche multimodali per un tot di 4.000 mt di cavo a 12 fibre ottiche
– oltre 300 rilevatori antintrusione
– ca 50 telecamere fisse con 9 monitor e 4 registratori digitali connessi via rete ethernet
– oltre 80 diffusori acustici, ca 1.000 punti di gestione dell’impianto di supervisione
– ca 30 centrali di rilevazione fumi ad aspirazione, oltre 600 punti rilevazione di fumo

Back to Top