HYPO ALPE ADRIA BANK

hypo-group      

 

Dettagli Progetto

Sede centrale Italia – Tavagnacco (Udine)
Servizi: impianti elettrici, speciali e meccanici
Anno: 2005-2006
Importo lavori: euro 5.027.128,00

 

La nuova sede della Hypo Alpe Adria Bank a Tavagnacco (UD) è un progetto ambizioso, che stupisce già per l’originale struttura pensata dall’architetto californiano Thom Mayne. Il progetto è articolato in un edificio direzionale di 8 piani (oltre 12.000 mq) che troneggia inclinato di ca 14° sulla verticale, un avveneristico auditorium con copertura a vela (ca 1.000 mq), una filiale operativa, un complesso adibito ad archivi (di ca 1.500 mq) con uno sviluppo lineare di oltre 100 metri e l’asilo, per un investimento globale di 36 milioni di euro.
Gli impianti sono stati progettati dallo Studio IN.AR.CO. di Udine (per un appalto di oltre 5 milioni di euro) e la realizzazione ha impegnato SICE per 14 mesi, con l’impiego di oltre 40 maestranze.
A conclusione dei lavori, gli impianti risultano raffinati almeno quanto le strutture e i numeri restituiscono una fotografia chiara del valore del lavoro.

I Numeri del progetto

– oltre 7.000 mq di soffitti radianti alimentati da 16 distinte linee di tubazioni dorsali per un totale di ca 44.000 kg
– 1.300 infissi e tende motorizzati gestiti da un complesso impianto di building automation con trasduttori atmosferici
– 1,6 MVA di potenza elettrica complessiva installata
– oltre 50 quadri elettrici di bassa tensione
– oltre 8.000 mt di canalizzazioni portacavi
– 720 kVA di gruppo di autoproduzione elettrodiesel
– oltre 1.600 mq complessivi (tra due CED e archivi) protetti da impianti di spegnimento a gas inerte
– 8 linee ridondanti di blindosbarre da 250A a servizio delle utenze ai piani
– 800 torrette portaprese da incasso su pavimento flottante per postazioni di lavoro
– 500 kVA complessivi sotto continuità assoluta
– oltre 4.500 mq di canalizzazioni di mandata e quasi 30.000 Kg di ripresa per un sofisticato impianto aeraulico che gestisce 16 aree indipendenti

Back to Top